Una storia di successo svizzera

La storia del marchio Maag risale a oltre 170 anni fa. È addirittura più antica di quella della Confederazione Svizzera. Da un piccolo laboratorio, installato in una soffitta di Dielsdorf, vicino a Zurigo, si è sviluppata un’azienda che al pari di nessun’altra ha partecipato così da vicino allo sviluppo dell’agricoltura svizzera. Per lungo tempo azienda a gestione familiare, caratterizzata dallo spirito di ricerca del fondatore, la ditta Maag è divenuta un’istituzione svizzera. Con l’internazionalizzazione dell’economia svizzera anche Maag ha dovuto riorientarsi. Oggi il marchio è un importante componente dell’organizzazione svizzera del gruppo Syngenta. Non è cambiato l’impegno senza compromessi per piante sane in casa e in giardino.

Dal 2009: una nuova primavera per il leader del mercato

Una presenza moderna e orientata al cliente rilancia il marchio Maag e conferisce ai prodotti una visibilità distintiva sugli scaffali di vendita. Se in passato il marchio Maag era conosciuto soprattutto ai paesaggisti professionisti e agli amanti più esperti di giardinaggio, da questo momento ci si rivolge in modo mirato anche ai clienti inesperti in fatto di piante e di protezione delle piante. Nuovi prodotti particolarmente semplici e sicuri nell'uso, come PatchMagic e Resolva, aiutano questo gruppo di clienti a vivere esperienze di successo grazie a piante forti e rigogliose in giardino, sulla terrazza o sul balcone, o grazie a tappeti erbosi sani e folti.

Consulenza e assistenza continuano ad avere un ruolo fondamentale: in caso di problemi o domande sull'applicazione di prodotti, gli appassionati esperti e i neofiti possono avvalersi del servizio professionale di consulenza telefonica Maag. Il sito Internet di Maag, notevolmente ampliato nei contenuti, mette a disposizione un prezioso know how sulla cura delle piante e dei giardini, 24 ore su 24. Tramite la presenza su Facebook, gli utenti della community di Maag si scambiano opinioni, e grazie all'innovativa app Maag, tutte le informazioni del sito sono consultabili anche dai dispositivi mobili, sia davanti agli scaffali del centro di giardinaggio, sia nel proprio giardino, quando si presenta all'improvviso un insetto sconosciuto.

All'esigenza espressa da molti clienti di disporre di metodi possibilmente ecocompatibili e sostenibili, Maag risponde con un'innovativa linea di prodotti bio, che viene ampliata di continuo. Tutela dell'ambiente, sostenibilità e sicurezza hanno per Maag la massima priorità: attraverso un'intensa attività di ricerca ci adoperiamo per rendere sistematicamente i nostri prodotti ancora più efficienti, sicuri ed ecocompatibili.

A 150 anni dalla fondazione, Maag è sempre ancora al passo con i tempi e con il mercato. Spinta innovativa, consapevolezza della qualità, orientamento al cliente e responsabilità verso l'ambiente costituiscono i pilastri della nostra filosofia aziendale e fanno sì che lo storico marchio Maag sia anche in futuro la forza trainante in Svizzera nei settori della protezione e della cura delle piante.

L’immagine completamente rinnovata di Maag rafforza sia la riconoscibilità sia la

competenza del marchio. I siti Maag di nuova concezione, www.maag-garden.ch e

www.maag-profi.ch, permettono per la prima volta a chiunque di utilizzare in modo semplice e rapido l’immenso know-how Maag nell’ambito della cura delle piante e dei giardini.

Il fatto che queste misure costituiscano un terreno fertile per una crescita costante viene confermato dal continuo aumento delle quote di mercato. Creato 150 anni fa, ancora oggi il marchio Maag è la forza motrice nel settore «Casa & Giardino».

Dal 1990: Inizia la nuova storia di Maag

L’industria chimica basilese si ristruttura. I cambiamenti interessano anche il gruppo Maag, che nel 1990 passa alla Ciba. Con la fusione di Ciba e Sandoz a formare la Novartis SA e successivamente la divisione Syngenta SA, la Maag è entrata a far parte della divisione agro del nuovo, grande gruppo. Simultaneamente l’azienda si è concentrata sul segmento di mercato «Casa & Giardino».

1972: Vendita della Maag SA alla Hoffmann-La Roche

Nel 1970 la Rudolf Maag SA viene integrata nel gruppo chimico basilese Roche e completata con il rilevamento di ulteriori aziende attive nel settore agro.

Nel 1972 avviene infine la vendita dell’azienda svizzera di lunga tradizione, conservandone peraltro integralmente il marchio. Nel 1987 nasce la nuova linea Maag «Casa & Giardino».

1960: L’attività viene rilevata dalla quarta generazione

Dopo la morte di Rudolf Maag nel 1959, il genero Willi Günthard-Maag assume, insieme al fratello Ernst Günthard, la direzione della grande azienda di Dielsdorf. Con il lancio del concime fogliare Wuxal negli anni Sessanta Maag ottiene un ulteriore grande successo sul mercato.

Per internazionalizzare l’attività di Maag e realizzare progetti di ricerca complessi, vengono allacciati i primi contatti con il gruppo chimico basilese Hoffmann-La Roche.

I progetti di ricerca condotti in comune portano allo sviluppo di nuovi, importanti principi attivi.

Promuovendo energicamente la produzione di antiparassitari per il legno la Maag si dedica ora anche al settore dell’edilizia.

1945: Fondazione della Maag AG

Poco dopo la fine della guerra Maag diventa una società anonima a gestione familiare.

Prima del 1945: Gli insetticidi sintetici sono pronti per il mercato

Prima che inizi la seconda guerra mondiale, Maag offre già nove linee complete di prodotti. Nel 1939 l’assortimento Maag comprende prodotti per la protezione di frutta, bacche, cereali, verdura, colza e piante ornamentali. Inoltre vengono offerti prodotti contro i parassiti del legno e delle case. Grazie al potenziamento dei laboratori e alla disponibilità di proprie grandi superfici di terreno a fini sperimentali, Maag riesce ad accrescere in modo mirato sia la propria competenza sia l’assortimento. Lo sviluppo non si limita a nuovi prodotti, ma include anche metodi efficienti per l’applicazione.

Lo sviluppo di nuovi prodotti avanza con sistema: riduzione al minimo delle sostanze tossiche, semplicità di impiego e combinazione sinergetica di principi attivi sono le linee guida.

Nel 1926 il Dr. Rudolf Maag sviluppa il primo programma fitoterapeutico per il trattamento delle coltivazioni di meli.

Dopo il 1920: La scienza porta a grandi nuovi sviluppi

Sotto la direzione del chimico Dr. Rudolf Maag, l’azienda allarga sempre più la propria attività di difesa delle piante, includendo anche frutticoltura, selvicoltura, agricoltura e giardinaggio.

Con la sua «polvere Maag’ica», Rudolf Maag II salva gran parte dei vigneti svizzeri eliminando la peronospora che allora imperversava. Veniva così posata la prima pietra della fabbrica di prodotti fitosanitari Maag.

Dopo il 1890: Alla «polvere Maag’ica» arride il successo del mercato

Poco prima della fine del 19° secolo l’azienda riesce a sfondare, trasformandosi da produttore regionale di fertilizzanti e coloranti in un’azienda svizzera leader nel settore della protezione delle piante.

Dopo il 1870: Dal «tintore Maag» al «chimico Maag»

Rudolf Maag I è un imprenditore molto dinamico, lo stesso si può affermare del figlio e successore Rudolf Maag II. Noto come il «chimico Maag», sfrutta i progressi della chimica e a partire dal 1870 la produzione viene concentrata sui fertilizzanti.

1844 – fondazione della ditta: All’inizio ci fu il blu d’indaco

Fondata a Dielsdorf da Rudolf Maag, inizialmente l’azienda familiare produce coloranti, fertilizzanti e farina di ossa. Il «tintore Maag», è questo il nome della giovane azienda, acquista notorietà con la produzione di un pigmento di blu d’indaco, con il quale gli agricoltori della zona tingono i loro indumenti da lavoro. E questo molto tempo prima che in America venissero inventati i blue-jeans.